giovedì 10 aprile 2014

Di faccende di casa, bimbi e aiuto

Abituare i figli ad aiutarci nelle faccende di casa è possibile?

 

Io spero di si anche se, spesso, presi dalla vita frenetica di tutti i giorni, preferiamo svolgere noi (=mamme) anche le semplici incombenze.

Premetto: la mia idea non nasce come "scaricabarile" nei confronti dei figli ma solo come un sano insegnamento alla collaborazione per una migliore vita familiare.
Per facilitare l'abitudine all'aiuto in casa ho pensato possa tornare utile organizzare a turni le attività da svolgere.
 

 

Cosa serve?

  • mollette di legno in numero uguale ai soggetti da coinvolgere (potete includere anche il papà se volete....)
  • tempere e pennelli
  • colla a caldo
  • base di legno o MDF (in alternativa utilizzare cartoncino pesante)
  • cartoncino (va bene quello delle scatole dei cereali)
  • stampe delle attività da svolgere
  • colla stick
  • cartoncino colorato(facoltativo)
  • pennarelli (facoltativo)
  • nastro biadesivo (per fissare il tutto al muro)

 

Come si costruisce?


LE MOLLETTE

Dipingere le mollette in legno con la tempera preferibilmente un colore per ogni bambino.
Assegnare ad ogni molletta il nome del bambino: potete scrivere direttamente il nome sulla molletta di legno oppure (facoltativo) decorare le mollette con soggetti a piacere ricavati dal cartoncino colorato.
Incollare con la colla a caldo le mollette sulla base di legno o MDF: andrà fissata al muro con del forte biadesivo o, se l'avete, con un gancetto adesivo.

LE ATTIVITA'

Fare un elenco delle attività (che devono essere alla portata di tutti o prevedere un aiuto da parte di un adulto per i più piccoli) in cui volete coinvolgere i vostri bambini tenendo presente l'età dei singoli soggetti.
Cercare delle immagini che permettano di individuare facilmente l'azione da svolgere, stamparle e incollarle sul cartoncino.
Assegnare ad ogni soggetto un'attività pinzando il cartellino con la molletta: terminato il turno basterà spostare (verso destra o sinistra) di un posto la stampa.

 

Note pratiche

  • le attività da svolgere devono essere scelte in base all'età dei soggetti coinvolti
  • idee per gli aiuti: apparecchiare, sparecchiare, dar da mangiare al cane, fare la lavatrice, buttare la spazzatura, raccogliere i panni asciutti,...
  • durante i giorni di scuola il compito di aiutare può essere svolto solo la sera (a pranzo probabilmente nessuno potrà aiutare la mamma a preparare la tavola...) mentre il fine settimana copre tutta la giornata
  • quando cambiare i turni: se le attività vanno svolte più volte al giorno, si può effettuare un cambio ad ogni pasto principale
  • il momento migliore per iniziare, secondo me, è il fine settimana in cui il tempo per abituarsi ai turni è maggiore.

Che ve ne pare?
Lo stesso "organizer" può essere adattato a qualsiasi altra attività diversa dai turni di "aiuto" (avete già letto le altre mie idee sull'organizzazione casalinga?).

Un ultimo suggerimento: non lasciatevi abbattere dalle prime lamentele... e non dimenticatevi di cambiare i turni.
Buona creatività a tutte!

Se ti è piaciuto questo post, condividilo con i tuoi amici tramite i pulsantini qui sotto. Se ti va di lasciarmi un commento ne sarò felice e cercherò di risponderti. Se, invece, desideri scrivermi in privato, ecco il mio indirizzo email: handmadecreativity@gmail.com Grazie per la tua visita, torna a trovarmi presto!
Handmadecreativity

3 commenti:

Condivisioni